PROCESSO A ROLANDINA- M. SALVADOR

Bentornati carissimi fan di “The Reviewers”! Oggi recensirò per voi una delle ultimissime proposte editoriali. Ma innanzitutto vorrei ringraziare Fernandel per aver accettato questa collaborazione. Pertanto oggi parliamo di…

giphy (3)

“PROCESSO A ROLANDINA- La storia vera di una transgender condannata al rogo nella Venezia del XIV secolo” di Marco Salvador.

Processo-a-Rolandina.jpg

TRAMA:  Venezia, 1353. Da anni una giovane donna gira per Rialto con le sue ceste di uova da vendere. Ma fare la venditrice ambulante non basta a sopravvivere, tanto meno a realizzare il sogno di aprire una bottega tutta sua. Per questo fa anche la prostituta. Nonostante ciò, essendo bella, gentile e sempre disponibile ad aiutare i vicini, è amata e rispettata. Poi un giorno arriva una denuncia per sodomia e sorge il sospetto che la giovane non sia veramente una donna. Inizia così un processo che è un calvario, perché anche nella laica e illuminata Venezia la sodomia è reato, perfino tra maschio e femmina. Quando poi si scoprirà che femmina esattamente non è, non avranno pietà. E per Rolandina, un personaggio realmente esistito, la prima transgender documentata nell’occidente cristiano, è la fine. 

Il libro racconta la storia di Rolandina, la prima transgender (di cui abbiamo documenti e tracce storiche) sottoposta ad un processo per il reato di sodomia.

Il romanzo in sé è molto interessante in quanto non vi è una narrazione classica dei fatti ma una vera e propria analisi del caso leggendo gli incartamenti originali dell’epoca, ovviamente leggermente modificati ed adattati al nostro tempo e con uno stile quasi neoclassico. Nel prologo l’autore mette in chiaro la questione. Durante la lettura di questo libro ognuno di noi non deve limitarsi ad essere uno spettatore delle vicende narrate ma deve immedesimarsi come un giudice e capire il giusto ed il sbagliato dell’intera vicenda. Il lessico utilizzato è di registro medio-alto con termini specifici e caratteristici della Venezia del XIV secolo che vengono però puntualmente esplicitati dall’autore stesso tramite note a piè di pagina. Anche sotto questo punto di vista posso dirmi assolutamente soddisfatto di aver letto questo romanzo. La scelta narrativa è avvincente e scorrevole e ci permette di dare uno sguardo alla vicenda molto più ampio riportando più punti di vista dei molteplici personaggi che si susseguono all’interno del racconto. In realtà non vi è un vero e proprio articolare il racconto ma più un riportare con estrema esattezza la crudeltà del tempo, senza troppi giri di parole. Inoltre a fine libro vi sono alcune pagine in cui l’autore spiega in maniera dettagliata il sistema giuridico, sociale ed economico presente a Venezia nel quattordicesimo secolo. Consiglio questo libro a chiunque volesse addentrarsi nel mondo della letteratura LGBT in maniera lenta e graduale in quanto questo romanzo spiega davvero tanti argomenti e tante questioni in maniera semplice ma approfondita. Inoltre consiglio vivamente la lettura di questo libro a chiunque stia conducendo studi storici o altro per la sua particolare esattezza e metodicità di linguaggio. Ma un monito che mi sento di dare ai lettori è quello di documentarsi. Prima di leggere questo libro ho preferito documentarmi sia a livello storico sia a livello sociale. È importante che ognuno di noi conosca, anche in maniera non troppo specifica, la storia del mondo LGBT ed in particolare di quello transgender per poter comprendere meglio ciò che avveniva e quali sono stati gli avvenimenti a portare la società ad una sempre più forte accettazione di queste persone che non hanno nulla di sbagliato rispetto agli altri ma che vengono discriminate dall’alba dei tempi.

Ringrazio ancora Fernandel per la sua disponibilità e gentilezza, sperando che questa collaborazione possa perdurare nel tempo.

Vi lascio qui il link per il sito di Fernandel Editore per chiunque volesse fare un giro sulla loro home page.

Continuate a seguirci sui nostri canali social per rimanere informati sulle ultime novità!

E noi, ci vediamo presto con una nuova recensione!

giphy (1)

-Simone

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: